EMAIL

info@sistemaprotesi.com

Osteoporosi: Un nemico invisibile ma che si può tenere sotto controllo

osteoporosi, sistema protesi
01 Mar
0

Eccoci a parlare di un nemico invisibile L’osteoporosi.

Ma cos’è l’osteoporosi?

Beh la definizione medica è:

“condizione caratterizzata da diminuzione di massa ossea e deterioramento della microstruttura del tessuto osseo con conseguente aumento della sua fragilità e del rischio di fratture”

In questo caso la terminologia medica non è complicata come al solito e probabilmente di osteoporosi ne senti parlare un po’ ovunque, ma sai anche che il mio stile non è questo e quindi cercherò di farti capire nel dettaglio con semplici esempi.

Se andiamo a vedere una foto al microscopio delle ossa potremmo paragonarle come struttura ad una spugna, chiaramente non lo è ma la sua struttura è molto simile.

osso sano osteoporosi sistema protes

Vedi a guardarla così non diresti che sono ossa.

Sicuramente almeno una volta nella vita hai utilizzato una spugna per lavare i piatti, sai quelle gialle con la parte verde sopra per lo sporco ostinato?

Perfetto!

Man mano che usi quella spugnetta, la parte gialla inizia a consumarsi, trattiene meno acqua, si iniziano a staccare dei piccoli pezzetti, si assottiglia a tal punto che dopo qualche utilizzo inizia a rompersi e decidi che è giunto il tempi di cambiarla.

A grandi linee succede lo stesso nelle tue ossa, se non fosse che non è possibile sostituirle quando si rompono, o almeno non tutte 🙂

osteoporosi sistema protesi

Vedi? l’immagine qui sopra rappresenta un osso di una persona colpita da osteoporosi.

Come vedi sembra una spugna dopo molti utilizzi, il “reticolo” che nella foto precedente era molto fitto e denso, in questa foto appare consumato e sfilacciato e questo causa la debolezza dell’osso fino alla fragilità e alla conseguente rottura.

Forse non lo sai ma l’osteoporosi nelle persone sopra i 65 anni è la prima causa di disabilità!

Cosa succede in Italia?

L’Italia è un paese che sta invecchiando e molto rapidamente guarda qui sotto.

sistema protesi

I dati che emergono da questa situazione sono abbastanza allarmanti, in Italia le donne sopra i 60 anni soffrono di osteoporosi per il 30% mentre gli uomini sopra i 65 anni ne soffrono per il 15%.

Ecco questa è una cosa su cui vorrei soffermarmi un attimo.

L’osteoporosi è vero che sia una problematica prettamente femminile ma come ci indicano i dati è un problema che nemmeno i maschi dovrebbero sottovalutare!

Tutto questo, ci porta a dover parlare anche di una situazione di cui generalmente non amo parlare, a maggior ragione su un blog.

Purtroppo è una realtà ed essendo questo un blog di informazione sulla prevenzione mi vedo costretto a parlarne.

Come dice il titolo di questo articolo, l’osteoporosi è un nemico invisibile perchè durante la sua evoluzione non da particolari segni tranne in rari casi.

La prevenzione aiuta?

Assolutamente si!

Con una corretta prevenzione, si potrebbe evitare che il 5% dei pazienti che subiscono fratture patologiche a causa dell’osteoporosi muoiano in fase acuta, che il 25% degli stessi pazienti muoia entro il primo anno dopo la frattura e che il 50% di questi pazienti non riesca a recuperare una competa autonomia dopo la guarigione.

Inoltre questo tipo di problematica se non si effettua una corretta prevenzione ha un peso non indifferente anche sul sistema sanitario.

In Italia negli ultimi 10 anni sono stati spesi circa 8,5 miliardi di euro per la cura delle complicanze dell’osteoporosi.

Come si effettua la prevenzione?

– attività fisica fin dall’età della scuola materna ma anche in età avanzata

– promuovere stile di vita sano

– adolescenti e donne in menopausa necessitano di dieta ricca di calcio e vit. D

– evitare la magrezza eccessiva e l’obesità

– alcool, fumo Nemici dell’osso!

Per seguire un percorso di prevenzione rivolgiti al tuo medico di base o ad uno specialista ortopedico.

Se invece vuoi un mio consulto puoi scrivere a info@sistemaprotesi.com lasciando i tuoi dati e un numero di telefono, un mio collaboratore ti contatterà entro 24 ore.

A presto

Giovanni