La protesi di anca con tecnica mini invasiva

In questo articolo parleremo dell’intervento della protesi dell’anca ma presteremo attenzione a una tecnica molto particolare: la tecnica mini invasiva.

Per protesi all’anca si intende un intervento chirurgico ortopedico atto a sostituire l’articolazione dell’anca che ha sofferto una malattia. Ora spiegheremo cosa intendiamo per tecnica mini invasiva.

La protesi d’anca: cosa è la tecnica mini invasiva?

Se si decide di operare un paziente per impiantargli una protesi all’anca dopo un’attenta valorazione si può intervenire con la tecnica mini invasiva al posto della tecnica tradizionale.

Nell’operazione classica si procede attraverso un taglio nel gluteo. Successivamente si procede al taglio dei muscoli, in particolar modo del fascio muscolare del gluteo. In questo modo ci si fa strada verso l’articolazione dell’anca e procedere all’inserimento della protesi d’anca.

Questo tipo di intervento causa una lunga degenza, tanta fisioterapia, e una lenta ripresa delle normale attività quotidiana ed è proprio il taglio del muscolo quello che crea il maggior numero di problemi.

La tecnica, come dice il suo nome stesso e al contrario della tecnica classica, è una tecnica chirurgica che cerca d’essere il meno invasiva possibile. Per invasività dobbiamo pensare su piú livelli come l’incisione da fare e con il minimo sacrificio di tessuti.

Come si effettua la tecnica mini invasiva?

L’operazione consiste semplicemente nel praticare al paziente una incisione anteriore.

La incisione anteriore viene definita “bikini” perché con uno slip si può coprire la giá poco evidente cicatrice.

Successivamente spostiamo le fasce muscolari per raggiungere con facilità l’articolazione dell’anca sulla quale possiamo operare e procedere all’inserzione della protesi.

Quali sono i vantaggi di queste tecnica mini invasiva di protesi d’anca?

I vantaggi sono molti possiamo cosí elencarli:

  • incisione ridotta
  • ricovero ospedaliero di 7 giorni
  • tempi rapidi di fisioterapia
  • riduzione drastica del dolore post operatorio
  • cicatrice molto meno evidente e molto piú semplice da nascondere
  • riduzioni delle perdite ematiche
  • l’intervento è meno traumatico

Scarica gratis la Guida sull’intervento di protesi dell’anca

Quali tipo di paziente possono sottoporsi a questo intervento di protesico d’anca? Il candidato ideale

Purtroppo non tutti i pazienti possono essere operati con la tecnica mini invasiva.

Generalmente il candidato perfetto per l’impianto di una protesi all’anca con questa tecnica sono pazienti non in sovrappeso, con artrosi non grave e in assenza di osteoporosi.

Peró se hai bisogno di saperne di più sulla intervento di protesi all’anca con tecnica mini invasiva clicca il link oppure invia un mail cliccando al pulsante rosso.

Richiedi un consulto gratuitamente

✉ INVIAMI UNA MAIL per ricevere una consulenza

N.B. La mia risposta è da considerarsi un parere medico, e in nessun modo sostituisce una visita specialistica.

Dove effettuare un intervento di protesi  d’anca con tecnica mini invasiva?

Dopo aver chiesto la nostra consulenza puoi vedere dove ricevo e dove visito a questo link, mentre le operazioni vengono eseguite presso l’Istituto clinico Città di Brescia.