EMAIL

info@sistemaprotesi.com

Topolino cura con le infiltrazioni l'artrosi all'anca

    • Home
    • artrosi
    • Topolino cura con le infiltrazioni l’artrosi all’anca
protesi anca sistema protesi
21 Dic
0

Eccomi qua, starai pensando….

Bene ci siamo giocati il medico!

Non è così, lascia che ti spieghi.

Walt Disney tempo fa ha realizzato un cartone, si chiama Fantasia e il protagonista è il benvoluto da grandi e piccini TOPOLINO!

Eccolo in una foto che lo ritrae sul set durante la realizzazione del film.

protesi anca sistema protesi

Ma aspetta un secondo!

Cosa significa “Eccolo in una foto che lo ritrae sul set durante la realizzazione del film”?

Hai ragione ho detto una scemenza, Topolino è  un personaggio inventato e chiaramente non esiste nessuna sua foto e sicuramente non lo vedrai mai passeggiare sul set di un film.

Volevo che tu provassi la mia stessa sensazione quando un paio di giorni fa ho letto un articolo di un medico che inneggiava alle infiltrazioni di cortisone o acido ialuronico, per evitare l’intervento all’anca o rimandarlo al più tardi possibile.

Quindi ho ritenuto giusto farne un articolo per fare un po’ di chiarezza.

E no, ti stai sbagliando, non l’ho scritto solo perchè i medici non vogliono far sapere che esistono metodi alternativi agli interventi chirurgici, ma perchè è una bugia colossale es è a rischio la tua salute!

Partiamo dal principio, non sono assolutamente contrario alle infiltrazioni di cortisone o di acido ialuronico, le faccio, e insegno anche ai medici di base a farle, proprio per evitare che un paziente che prova del dolore debba rincorrere lo specialista ogni volta, quando può tranquillamente rivolgersi al proprio medico di base con fiducia di ottenere lo stesso identico risultato.

Chiarito questo punto passo direttamente a spiegarti in cosa consiste un’infiltrazione di cortisone o acido ialuronico e te lo spiegherò con il mio solito stile, ovvero in modo che tu possa capire al 100% di cosa stiamo parlando.

Sei a casa, è venerdì sera e stai per andare a dormire, nel chiudere la porta del bagno piano piano per non fare rumore (dormono già tutti) senti la porta che cigola un po’ come  nei film dell’orrore quando si spengono tutte le luci e si sente la porta cigolare e dei passi in lontananza…..

Hai presente la scena? Bene!

Ma siccome casa tua non è il set di un film horror l’indomani è sabato e armato di olio lubrificante porrai fine a quel cigolio.

Ci siamo?

L’infiltrazione fa esattamente la stessa cosa, funziona come un lubrificante delle articolazioni e ti permette di sentire meno dolore e meno rigidità.

Ma cosa succede se nel mettere l’olio ti accorgi che il cardine della porta è arrugginito?

Beh sicuramente sai che la ruggine continuerà a fare il suo lavoro, corrodere quel cardine finchè un bel giorno si romperà e tu dovrai sostituirlo.

Credi che a quel punto mettendo ancora olio il cardine magicamente continuerà a sostenere la porta?

Beh se ci fosse Topolino con la bacchettina magica probabilmente si, ma visto che non c’è lo dovrai sostituire.

Questo è l’esempio per farti capire di cosa sto parlando, ora ne facciamo uno che riguarda una patologia che colpisce le articolazioni tra cui l’anca a e funziona proprio come la ruggine sul cardine.

Si chiama artrite reumatoide, e la spiegazione medica è questa:

“L’artrite reumatoide (AR) è una poliartrite infiammatoria cronica, anchilosante e progressiva a patogenesi autoimmunitaria e adeziologia sconosciuta, principalmente a carico delle articolazioni sinoviali.[1] Può provocare deformazione e dolore che possono portare fino alla perdita della funzionalità articolare…..

…….La causa di insorgenza non è completamente nota. Vi è una risposta infiammatoria della sinovia con rigonfiamento delle cellule sinoviali, eccesso di liquido sinoviale e sviluppo di tessuto fibroso nella sinovia. Colpisce anche l’osso sottostante e la cartilagine, con assottigliamento e distruzione……”

Se vuoi saperne di più puoi visionare la spiegazione completa cliccando qui

Se hai letto bene, le parole che ti possono aver colpito sono:

– CRONICA

– PROGRESSIVA

Cronica e progressiva sono due brutte parole che significano che non si ferma, e se continuiamo a leggere la spiegazione troviamo un’altra frase da non sottovalutare che finisce con ASSOTTIGLIAMENTO E DISTRUZIONE.

Ora trovo sinceramente assurdo che un medico possa affermare che solo in rari casi, e sicuramente l’artrite reumatoide è uno di questi, bisogna ricorrere alla chirurgia.

Oltretutto indicando rischi legati all’operazione e all’anestesia.

Questo è vero, ma la percentuale di problematiche durante l’operazione o connesse all’anestesia sono veramente limitate, e credo dopo oltre 900 interventi all’anca di saperne qualcosina.

La cosa che mi fa imbestialire è questo continuo omettere informazioni per avere due secondi di notorietà come il medico che cura la gente senza operarla.

La rabbia è una cosa che non mi appartiene solitamente, ma quando si tratta della salute difficilmente sono una persona amorevole, specialmente quando sento o leggo cose di questo tipo, che non servono ad altro che creare ancora più confusione nella tua mente.

E non è assolutamente difficile per me capire il perchè tu abbia una scarsissima fiducia nella sanità e nei medici, ti assicuro che se non fossi medico avrei i tuoi stessi dubbi.

Prima di chiudere vorrei farti leggere la testimonianza di una ragazza molto giovane operata da me poche settimane fa colpita proprio da artrite reumatoide.

 

[testimonials style=”8″ margin_top=”” margin_bottom=””][testimonial name=”” company=”” href=””]

%3Cp%3EHo%20trentasette%20anni%20e%20da%20quando%20ne%20avevo%20venticinque%20soffro%20di%20una%20patologia%20autoimmune%20che%20colpisce%20le%20articolazioni%20e%20che%20si%20chiama%20artrite%20reumatoide.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EQuesti%20dodici%20anni%20mi%20hanno%20regalato%20soddisfazioni%20lavorative%20e%20familiari%20ma%20anche%20tanto%20dolore%20fisico.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EDalla%20primavera%20del%202014%20convivevo%20ormai%20con%20un%20forte%20dolore%20all’anca%20sinistra%20che%20mi%20ha%20portato%20a%20zoppicare%20e%20a%20diminuire%20gradualmente%20la%20mia%20vita%20sociale.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EQuando%20mi%20sono%20resa%20conto%20che%20la%20situazione%20era%20tale%20da%20dover%20considerare%20l’ipotesi%20di%20un%20intervento%20di%20protesi%20d’anca%20mi%20sono%20sentita%20veramente%20sconfortata%20e%20a%20rinforzare%20questo%20mio%20stato%20d’animo%20ci%20si%20sono%20messe%20tutte%20quelle%20persone%20(fra%20cui%20alcuni%20medici)%20che%2C%20pur%20non%20avendo%20una%20profonda%20conoscenza%20della%20mia%20problematica%2C%20insistevano%20a%20insinuare%20che%20questa%20scelta%20non%20fosse%20adatta%20a%20me%20vista%20la%20mia%20et%C3%A0.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EFortunatamente%20ho%20conosciuto%20Sistema%20Protesi%20e%20il%20Dottor%20Simonini.%20Lo%20sconforto%20si%20%C3%A8%20trasformato%20nella%20speranza%20di%20tornare%20a%20stare%20meglio%20e%20l’incertezza%20sulla%20scelta%20dell’intervento%20nella%20certezza%20che%20questa%20fosse%20la%20soluzione%20pi%C3%B9%20adatta%20a%20me.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EIl%20Dottor%20Simonini%20e%20il%20suo%20staff%20hanno%20risposto%20con%20tempestivit%C3%A0%20e%20premura%20alle%20mie%20richieste%20di%20incontro%20e%20a%20tutti%20i%20dubbi%20che%20sono%20sorti%20nei%20giorni%20precedenti%20l’intervento.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EQuanto%20all’esito%20dell’operazione%2C%20la%20mattina%20seguente%20ho%20camminato%20e%20salito%20e%20sceso%20una%20rampa%20di%20scale!%20E%20da%20allora%20i%20miglioramenti%20sono%20stati%20quotidiani.%20Sono%20trascorse%20tre%20settimane%20dal%20giorno%20dell’intervento%2C%20cammino%20bene%20e%20sto%20scrivendo%20dalla%20scrivania%20del%20mio%20ufficio.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3EMi%20rendo%20conto%20che%20non%20%C3%A8%20mai%20troppo%20tardi%20per%20iniziare%20a%20prendersi%20cura%20di%20s%C3%A9%20ma%20che%20non%20%C3%A8%20mai%20troppo%20presto%20per%20iniziare%20a%20stare%20meglio.%20Ringrazio%20di%20cuore%20il%20Dottor%20Simonini%20e%20il%20suo%20staff.%3C%2Fp%3E%0A%3Cp%3E%3Ca%20href%3D%22https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fprofile.php%3Fid%3D100004738846275%22%3EElisa%C2%A0%3C%2Fa%3E%3C%2Fp%3E%0A%0A

[/testimonial][/testimonials]

La cosa che devi sempre tenere a mente è di fare attenzione a ciò che leggi in internet e prima di  prendere per buono ciò che leggi rivolgiti al tuo medico di base per avere dei chiarimenti, se hai dei dubbi portagli anche i miei articoli!

Sei invece vuoi un parere gratuito sulla tua situazione puoi compilare il questionario che trovi compilando il form su questa pagina.

A presto

Giovanni